Il 24 ottobre prossimo, nell’ambito del convegno annuale dell’Associazione Italiana di Epidemiologia (AIE), ci sarà come ogni anno una sessione curata da AssociALI dal titolo “Le narrazioni dell’Epidemiologia”. Si partirà dal titolo di tre opere di Pirandello (Così è se vi pare; Ciascuno a suo modo; Il piacere dell’onestà) per riflettere sull’accessibilità ai dati, sui margini della loro interpretabilità e sul ruolo dell’epidemiologia pubblica per incoraggiare la condivisione dei dati della ricerca e per favorire la loro corretta interpretazione e traduzione in politiche sanitarie di cui i cittadini possano beneficiare. Ne parleranno rispettivamente Carlo Saitto, Giuseppe Traversa e Danilo Fusco e ne hanno parlato, in un recente articolo su Quotidiano Sanità, Marina Davoli e Luca De Fiore. Il programma del convegno è disponibile qui.