Obiettivo: Esplorare la valutazione delle evidenze e lo sviluppo di raccomandazioni in condizioni di complessità crescente con lo scopo di aumentare le capacità critiche e di uso dell’output della ricerca, in particolare della meta-ricerca.

Background: Il Grades of Recommendation, Assessment, Development, and Evaluation (abbreviato con l’acronimo GRADE) è un metodo per valutare la qualità delle prove di efficacia e la forza delle raccomandazioni. Il GRADE (http://www.gradeworkinggroup.org/index.htm) è quindi un metodo per sviluppare linee guida che orientano le decisioni dei professionisti sanitari nella pratica clinica. Si è affermato a livello internazionale presso enti di riferimento internazionale quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità, superando altri metodi, per i vantaggi in termini di trasparenza e sistematicità.

Agenda: In questo workshop esploreremo la valutazione delle evidenze e lo sviluppo di raccomandazioni in condizioni di complessità crescente. In alcuni casi le decisioni sono "facili da prendere": la superiorità di un intervento rispetto a un altro è evidente. In assenza di elementi di contesto che pongano dei problemi (per es. costi elevati dell’intervento o difficoltà nell’implementazione), la valutazione della letteratura è consensuale e la raccomandazione condivisa. In altri casi l'interpretazione della totalità delle evidenze non è facile. Per esempio quando la letteratura è discordante, quando ci sono errori o omissioni a livello degli studi originali o delle meta-analisi, quando la pratica clinica è complessa. Parleremo di generazione delle evidenze, bias, pubblicazioni seminali, considerando aspetti metodologici e clinici che vanno oltre le conoscenze di base, attenti a selezionare e promuovere l’uso delle migliori evidenze nella pratica clinica.
Questo è un training workshop, centrato su tematiche cliniche (prendere decisioni al letto del paziente) afferenti all’area della medicina interna. La complessità crescente è data dall'introduzione sequenziale di modificazioni sia al quesito iniziale sia ai metodi, valutando le ricadute sul grading.


Persone coinvolte
Alessandro Squizzato, Università dell’Insubria
Elena Parmelli, Dipartimento di epidemiologia del SSR del Lazio
Nicoletta Riva, Università dell'Insubria, Varese
Lorenzo Moja, WHO

Durata del Workshop: 3 ore

Riferimenti bibliografici
1. http://www.gradeworkinggroup.org/index.htm
2. http://www.jclinepi.com/content/jce-GRADE-Series
GRADE guidelines: 1. Introduction—GRADE evidence profiles and summary of findings tables
GRADE guidelines: 2. Framing the question and deciding on important outcomes
GRADE guidelines: 3. Rating the quality of evidence
GRADE guidelines: 4. Rating the quality of evidence—study limitations (risk of bias)
GRADE guidelines: 5. Rating the quality of evidence—publication bias
GRADE guidelines 6. Rating the quality of evidence—imprecision
GRADE guidelines: 7. Rating the quality of evidence—inconsistency
GRADE guidelines: 8. Rating the quality of evidence—indirectness
GRADE guidelines: 9. Rating up the quality of evidence
GRADE guidelines: 10. Considering resource use and rating the quality of economic evidence
GRADE guidelines: 11. Making an overall rating of confidence in effect estimates for a single outcome and for all outcomes
GRADE guidelines: 15. Going from evidence to recommendation—determinants of a recommendation's direction and strength
3. http://www.guidelinedevelopment.org/
4. http://www.who.int/selection_medicines/en/