Il voto degli iscritti alla Associazione Alessandro Liberati – Network Italiano Cochrane ha portato ad una composizione del consiglio direttivo parzialmente nuova. Il nuovo Consiglio Direttivo (CD) di AL-NIC è formato dalle 5 persone che hanno ricevuto il maggior numero di voti alle elezioni che si sono chiuse in data 10 gennaio 2016: Luca De Fiore, Paola Mosconi, Antonio Addis, Elena Parmelli, Giulio Formoso. I membri del CD hanno votato all’unanimità il presidente (Luca De Fiore) e la vice presidente (Paola Mosconi). Al CD dell’associazione si affiancano il presidente ed il vice presidente del Network Italiano Cochrane (NIC): Roberto D’Amico e Laura Amato.

La prima riunione del nuovo direttivo si è aperta con una discussione sul ruolo e gli obiettivi dell’associazione coinvolgendo tutti i presenti.  Cinque le principali linee di indirizzo che si intenderà sviluppare nel prossimo triennio:

- Promozione della cultura EBM in Italia attraverso diverse attività quali: riunione annuale, workshop, newsletter, comunicati stampa, partecipazione e supporto ad eventi a carattere scientifico/divulgativo.

- Identificazione di persone di riferimento che avranno il compito di collegare l’Associazione con alcune aree ritenute di particolare importanza, dall’ambito della documentazione scientifica a quello della legalità.

- Alleanza con gruppi e associazioni le cui finalità coincidono in tutto o in parte con quelle della Associazione. Tra queste, l’Associazione Italiana di Epidemiologia (attraverso la partecipazione attiva alla loro riunione annuale), l’Associazione Gino Tosolini, Slow Medicine, Illuminiamo la salute; ulteriori relazioni potranno essere avviate con alcune società scientifiche rappresentative di specifiche aree cliniche.

- Attività di advocacy e di pressione istituzionale per il sostegno di iniziative e la promozione di messaggi e posizioni che riflettano i valori dell’Associazione.

- Sostegno e promozione della ricerca indipendente utile al Servizio Sanitario Nazionale e capace di coinvolgere tutti gli attori inclusi i pazienti ed i ricercatori.