Per alcune patologie o condizioni il medico può scegliere tra più opzioni terapeutiche. Ipotizziamo di chiamare questi interventi A, B e C. In tali condizioni il quesito d’interesse per il paziente e per l’operatore sanitario potrebbe essere: “Tra A, B e C qual è l’intervento più efficace e con meno effetti collaterali?”. Per rispondere a tale domanda, negli ultimi anni è stato sviluppato un metodo che prende il nome di network meta-analisi (NMA). Questa metodologia statistica, da molti considerata l’evoluzione della meta-analisi tradizionale, combina i risultati dei vari studi che hanno in precedenza confrontato, ad esempio, A vs B, A vs C, e B vs C. Il metodo consente, sotto particolari condizioni, di capire quale intervento sia più ragionevole utilizzare.
L’obiettivo del workshop è di introdurre il razionale e le assunzioni alla base del metodo. Attraverso un’esercitazione pratica sarà introdotto il concetto di confronto diretto e indiretto. Saranno inoltre discussi i risultati prodotti da alcune NMA pubblicate nella letteratura scientifica. Ai partecipanti al workshop saranno inoltre forniti gli strumenti per interpretare le rappresentazioni grafiche dei network di studi.

Coordinatore:
Roberto D’Amico, Centro Cochrane Italiano, Dipartimento di Medicina Diagnostica, Clinica e di Sanità Pubblica, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Speakers:
Roberto D’Amico, Cinzia Del Giovane, Centro Cochrane Italiano, Dipartimento di Medicina Diagnostica, Clinica e di Sanità Pubblica, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Graziella Filippini, Istituto Carlo Besta di Milano

Facilitatori:
Paolo Chiodini, Officina Cochrane, Seconda Università degli Studi di Napoli

Target audience: Questo workshop si rivolge a tutti coloro che conoscono la metodologia delle revisioni sistematiche, che hanno sentito parlare di network meta-analisi, ne sono incuriositi e vorrebbero saperne di più. Livello di difficoltà: medio-basso.