Martin Langer
Dipartimento di Anestesia, rianimazione e cure palliative, Istituto nazionale tumori di Milano

Nella relazione di chiusura del convegno Martin Langer ha portato il suo punto di vista di clinico rispetto ai vari elementi di cui deve tener conto nel suo operare quotidiano per garantire il diritto alla salute. Per le scelte sugli approcci da adottare non basta considerare i bisogni oggettivi dei pazienti alla luce delle informazioni disponibili su efficacia e sicurezza delle possibili strategie di cura, come poteva essere alcuni decenni fa – la domanda che ci si poneva era semplice: “come possiamo curare questa malattia /questo paziente?”

Il ruolo sempre più attivo dei pazienti (con la necessità di coinvolgerli e di considerare i loro bisogni soggettivi), l’evoluzione delle opportunità di cura e i rischi per la sostenibilità del sistema rendono il quadro abbastanza più complesso, per cui al clinico si pone un ulteriore quesito: “che senso ha quello che possiamo fare?”. Il successo della Medicina crea nuova domanda di Medicina, ma ciò che è tecnicamente è possibile anche eticamente corretto? è economicamente sostenibile? è necessario limitare l’accesso solo ad alcune categorie di pazienti? chi lo può o deve decidere?

Il relatore ha evidenziato come, in un sistema sanitario universalistico come il nostro, «oggi una delle grandissime soddisfazioni è non dover chiedere se il paziente può pagare la cura». Il problema di mantenere la sostenibilità del sistema e di garantire il diritto alla salute riguarda tutti gli attori del sistema stesso. I clinici in particolare dovrebbero integrare le competenze mancanti o insufficienti come consapevolezza, etica e comunicazione: è necessario capire, ed essere in grado trasmettere ai propri pazienti, che non tutto quello che si può fare si deve fare perché si può fare, e che «non fare» non vuol dire «non curare». Una presa di coscienza da parte dei cittadini su questi temi è comunque fondamentale e anche in questo senso il clinico può offrire un importante contributo.